La premier dell’Islanda: “Unione Europea? No grazie! E vorrei lasciare la Nato…”

  Interessantissima intervista di EUobserver  alla premier islandese Katrin Jakobsdottir, in carica dal 30 novembre 2017, esponente dei Verdi ed a capo di una coalizione di governo insieme ai Liberali ed altri partiti indipendenti.   Questa piccola isola del nord Europa con soli 340.000 abitanti ha un pregresso molto particolare con l’Unione Europea. Tendenzialmente favorevole all’ingresso nella UE (fino al 2010, poi nei sondaggi sono sempre … Continua a leggere La premier dell’Islanda: “Unione Europea? No grazie! E vorrei lasciare la Nato…”

Ci stiamo liberando del PD. Ma liberarsi dei piddini sarà più dura

  PD come il Pasok e il PS francese (aggiungiamoci pure gli olandesi di Dijsselbloem), dunque? Forse. O meglio, forse non subito, ma la strada sembra quella. Qualcuno potrebbe sindacare. Dire, ad esempio, che il paragone più corretto sarebbe da fare con l’SPD. E infatti (12 febbraio):   Qualcuno potrebbe altresì dire che il PD ha già evitato un tracollo simil greco-francese proprio perchè è … Continua a leggere Ci stiamo liberando del PD. Ma liberarsi dei piddini sarà più dura

Germania primissima in classifica: viola 74 direttive UE. E fa la morale a tutti

  Un breve ma molto esauriente articolo di Simon Osborne sul Daily Express dello scorso 8 febbraio analizza il curioso caso dalla Germania, violatore seriale delle regole UE, di gran lunga il Paese che maggiormente disobbedisce a quelle stesse regole che impone agli altri di seguire con estrema arroganza (con gli altri che, però, con estrema sudditanza, non si sono mai ribellati). Ovviamente è la Germania, … Continua a leggere Germania primissima in classifica: viola 74 direttive UE. E fa la morale a tutti

Il programma del centrodestra: un po’ di fiducia…

Giusto per cominciare, due piccole dediche agli “schizzinosi” fresche fresche di giornata:       Diciamo che per buona metà sono dei revival berlusconiani, cose che ripete da 25 anni senza averle mai fatte come soprattutto il presidenzialismo e la riforma della giustizia, e dove c’è poco spazio per le battaglie leghiste storiche (se non un accenno fiacco al federalismo, che però andrà discusso seriamente … Continua a leggere Il programma del centrodestra: un po’ di fiducia…

“SI CONSOLIDA L’ASSE FRANCO-TEDESCO” E “GLI ALTRI DOVRANNO LOTTARE”. DOPO 60 ANNI DI INTEGRAZIONE EUROPEA…

Nella homepage del sito del Sole 24 Ore dello scorso 5 gennaio (ringrazio @giuslit per la foto) ci sono due articoli diversi che, messi assieme, sintetizzano come meglio non si potrebbe il livello a cui è arrivato il Vecchio Continente dopo DECENNI di Trattati, di regole e di sentimenti “europeisti” condivisi.     E QUESTA SAREBBE L’UNIONE EUROPEA? E QUESTO SAREBBE “UNITI NELLE DIVERSITA’ “? … Continua a leggere “SI CONSOLIDA L’ASSE FRANCO-TEDESCO” E “GLI ALTRI DOVRANNO LOTTARE”. DOPO 60 ANNI DI INTEGRAZIONE EUROPEA…

Lezioni dalla Storia. Antonio Fazio dagli anni ’20 ad oggi tra Germania, deflazione, UE, euro…..

Tratto da “Le Sfide”, rivista trimestrale della Fondazione Craxi (novembre 2017).     Il tema della grande inflazione tedesca di Weimar è un caso di interesse particolare, perchè spiega ed aiuta a capire avvenimenti che hanno inciso profondamente sulla cultura tedesca. L’economista italiano Costantino Bresciani Turroni nel 1931 pubblicò “Le vicende del marco tedesco”, dove dopo preziose analisi statistiche possiamo leggere: “Dal 1924 in poi … Continua a leggere Lezioni dalla Storia. Antonio Fazio dagli anni ’20 ad oggi tra Germania, deflazione, UE, euro…..

Top of the tweets (18/24 dicembre 2017). E buon Natale!

  10. INSHALLAH!     9. DI MAIO IN PEGGIO, E LA SERRACCHIA SERRA LA SERRANDA     8. SEMPRE CHE STAVOLTA I SALVATORI RIESCANO A SALVARSI DA LORO STESSI…     7. LA MORTE SUA, MA ANCHE LI MORTACCI SUA     6. PER AVERE UNA MONETA GRANDE CI VUOLE UN PORTAFOGLIO GRANDE     5. CORTO CIRCUITO CEREBRALE ASSICURATO     4. STATI … Continua a leggere Top of the tweets (18/24 dicembre 2017). E buon Natale!

“I giovani italiani i più euroscettici d’Europa. In un referendum vincerebbe l’Italexit”

Un interessantissimo articolo di Politico descrive la situazione “sentimentale” degli italiani nei confronti dell’Unione Europea, e tra le tante cose di cui già si sapeva ci sono anche grosse sorprese.   Si sapeva già perfettamente, infatti, che gli italiani fossero nel complesso diventati (soprattutto dopo il 2011) il popolo più “euroscettico” d’Europa, semmai il problema è che il termine “euroscettico” è molto generico e contiene varie sfumature … Continua a leggere “I giovani italiani i più euroscettici d’Europa. In un referendum vincerebbe l’Italexit”

Top of the tweets (11/17 dicembre 2017)

Nasce oggi la rubrica “Top of the tweets”, dove pubblicherò a cadenza settimanale (ogni domenica, male che vada di lunedì) i 10 tweet più significativi e più ironici che mi capiteranno nella Home. Spero di fare opera gradita condividendo con voi i “nostri” momenti twitteri trovando un luogo dove possano restare. Ovviamente è e vuole essere una cosa simpatica, quindi niente polemiche del tipo “il … Continua a leggere Top of the tweets (11/17 dicembre 2017)

“Le macchine non si stancano, gli uomini sì”

Da “La Verità” dello scorso 12 novembre.     In sostanza: mentre ci stiamo facendo tutte le guerre “tra umani”, questi sono già al livello superiore. Vecchi contro giovani, ricchi contro altri ricchi, ricchi contro poveri, poveri autoctoni contro poveri alloctoni e viceversa… Non è una novità, certo, se ne parla da decenni e negli ultimi anni questo processo sta subendo una decisa accelerata.   … Continua a leggere “Le macchine non si stancano, gli uomini sì”